Pettorali alla Arnold: muscoli e concentrazione mentale

pettorali arnoldArnold Schwarzenegger, una stella del body building, ha sempre sostenuto che per aumentare la massa bisogna prima di tutto credere che ciò sia possibile. Ancora oggi, nonostante siano trascorsi molti anni dai suoi periodi d’oro, la figura di Arnold continua ad ispirare i giovani body builder, forse perché oggi difficilmente si vedono corpi così armoniosamente simmetrici come quello che Arnold sfoggiava sul palco di Mister Olimpia. 

Un gruppo muscolare molto caro al grande Arnold era quello dei pettorali, lui possedeva pettorali che erano completi sia nella forma sia nella massa. Lui stesso svela il mistero di così tanta perfezione in un’intervista di molti anni fa: “All’inizio mi sono concentrato per aumentare il carico nel bench press, dato che gareggiavo nel powerlifting (il mio record personale è di 226 kg, ma ero in grado di eseguire 8 ripetizioni con 183 kg, 25 con 143kg e 60 con 102kg). Sono fermamente convinto che la massa muscolare cresca in proporzione al peso utilizzato nelle ripetizioni. 

“E’ stato sempre chiaro, per ottenere uno sviluppo equilibrato del petto sarebbe stato necessario allenare ogni area della regione pettorale: superiore, interna, inferiore, esterna e centrale. Dato che il mio obiettivo principale era la massa, sapevo che le routine dovevano  essere molto pesanti ed impostate sui movimenti di base. Non tutti rispondono allo stesso modo al bench press. Alcuni bodybuilder, come ad esempio Ken Waller, si allenano quasi esclusivamente con croci e cross-over ai cavi. Bisogna scoprire da soli quali sono gli esercizi più efficaci per il vostro tipo di fisico”.

I CAMPIONI SI DISTINGUONO PER L’ATTEGGIAMENTO MENTALE

Oltre ad affermare che ogni body builder deve scoprire da solo, sperimentando di volta in volta, quali sono gli esercizi migliori, Arnold sosteneva che uno dei problemi principali dei body builder è quello di non concentrarsi sull’esercizio. Molto spesso quando ci si allena si tende a formulare pensieri che si distaccano in un certo senso da ciò che si sta facendo, alcuni per sentirsi forti pensano ad un particolare evento della loro vita, altri si concentrano nell’ascolto di una musica che gli conferisca una certa carica emotiva, insomma sono davvero pochi i body builder che focalizzano la propria attenzione su ciò che stanno facendo. 

Quando si esegue un esercizio si deve pensare solo alla parte che si sta allenando, la si deve contrarre per tutta la durata della serie e, cosa più importante, la si deve ossigenare attraverso una respirazione attenta e consapevole. In apparenza tutto ciò potrebbe sembrare superfluo, ma l’atteggiamento mentale è ancora più importante dell’allenamento stesso, ricorda, i grandi campioni non si distinguono per le proprie prestazioni, bensì per il loro atteggiamento mentale. 

Leave a Reply

Libro Consigliato

libro body building

Ebook "Tutto quello che devi sapere sull'alimentazione (per il tuo allenamento)"